welcome

Avete mai preso in considerazione di mettere a disposizione la vostra seconda casa, o una parte del vostro alloggio come casa vacanza?

Questo può essere davvero il momento ideale: la sharing economy delle case vacanza per affitti turistici sta subendo un’impennata e questo tipo di soggiorno, sia in Italia che all’estero, è sempre più apprezzato.

E’ un modo unico per “sentirsi a casa”, vivere più a contatto con una realtà locale e anche in modo più rilassato. Ideale per numerosi tipi di clientela, soprattutto per chi ha bisogno di più flessibilità, come gruppi, famiglie con bambini o chi ama vacanze con animali.

Alcune case vacanza, chalet, alloggi caratteristici, sembrano inoltre fatti apposta per garantire privacy e romanticismo a chi viaggia in coppia.
Insomma, la domanda c’è e sta crescendo, tutto sta nell’offrire la risposta adeguata, che deve essere puntuale, precisa, onesta.

Una gestione seria come host di una casa vacanze può far si che la propria attività decolli, permettendo guadagni interessanti. L’importante, pur non essendo un’attività imprenditoriale, è approcciarsi con serietà

Ecco quindi 10 ottimi motivi per diventare un host professionale di case vacanza e i benefici che potete ricavare da questa attività.

case vacanza

Consigli per host professionali

1)  Avete sempre avuto il sogno di un’attività a contatto con la gente? Mettere in affitto la vostra seconda casa come casa vacanza è il primo passo per provare questo tipo di attività.
Se lo portate avanti in forma non imprenditoriale non serve aprire la partita iva, le procedure per cominciare potete conoscerle semplicemente rivolgendovi al comune dove si trova l’alloggio. Insomma, la burocrazia per cominciare è decisamente più snella.

2) Rispondete in fretta a chi vi chiede informazioni e disponibilità sugli alloggi: aumentano le possibilità di chiudere la prenotazione con voi e, in caso contrario, non perderete tempo e non lo farete perdere ai turisti. Siate seri, ma non freddi o “impersonali”. Chi cerca un alloggio in casa vacanza cerca anche quel valore aggiunto in più del rapporto umano.

3)  Tenete aggiornato il calendario delle disponibilità: è lo strumento fondamentale per concludere positivamente le prenotazioni ed evitare fraintendimenti. In caso contrario, eventuali precisazioni o smentite sulle date disponibili, possono creare malumori e anche un passaparola non positivo nei confronti di una residenza.

4) Siate corretti, precisi sui prezzi: non c’è niente di peggio che calcolare il preventivo per una vacanza e poi sentirsi dire che non era quello il prezzo. L’online offre molte opportunità, ma perchè funzioni in maniera efficace serve precisione. Alla fine non serve molto: solo stare attenti al fatto che i dati che si inseriscono(prezzi, tariffe, disponibilità, stagioni) siano esatti.

5) Essere host di una casa vacanze offre anche molte e belle occasioni di scambio: conoscete dei professionisti, guide esperte, negozi, ristoranti, produttori di qualità nella vostra zona? Dedicate un angolo dell’alloggio destinato a promuoverli con loro biglietti da visita, volantini, informazioni.

6) Volete dare un tocco in più? Fate trovare ai vostri ospiti un piccolo regalino appena arrivati: dei biscotti, dei dolcetti, una bottiglia di vino, una guida, un pensiero gentile che li faccia sorridere e ricordare di voi.

7) Potete anche creare un angolo di benvenuto con delle guide in libera consultazione, o dove segnalate gli eventi e le curiosità più interessanti che si svolgono in quella località

8) Le fotografie sono importantissime: sono il biglietto da visita per presentare il vostro alloggio: cercate di inserire foto orizzontali che facciano vedere bene i locali e l’esterna, con qualche dettaglio per mostrare perchè il vostro alloggio è speciale. Controllate che le foto una volta caricate si vedano bene, non siano sgranate, abbiano dei bei colori. Se possibile, scattate di giorno, in modo che gli ambienti siano chiari e appaiano in tutta la loro definizione. Scattate poche foto di sera o al tramonto, se volete aggiungere un particolare tipo di atmosfera. Ma fate attenzione ad avere macchine fotografiche in grado di rendere bene anche in scarsità di illuminazione.

9) Mettetevi nei panni dei vostri futuri clienti: cosa vorreste trovare in una casa che non è la vostra per passare le vacanze? Cosa è utile mettere in un alloggio per chi arriva con una valigia o uno zaino ?

10) Fatevi vedere, fatevi trovare: scegliete di apparire sui siti giusti, come CaseVacanza.it, che vi assicurano visibilità internazionale a un target già interessato al prodotto e strumenti per arginare il rischio di truffe e malintesi. Approfittate di un bacino di oltre 60mila utenti su Facebook per dare visibiltà alla vostra casa vacanza: potete sottoscrivere il Pacchetto Social dalla vostra area proprietari, che vi dà diritto anche a un’intervista, una bella occasione per raccontare perchè il vostro alloggio è speciale e si differenzia dagli altri.

FacebookGoogle+PinterestTwitterEmail
10 ville in affitto ideali per eventi e feste
#vadoacasadi Francesca: b&b di charme e tante esperienze autentiche
Alessandra

Alessandra

Giornalista e travel blogger